Ginecologia forense

 
 
 

Lo scopo degli Autori con la pubblicazione di questo volume è di apportare un contributo per una migliore definizione e chiarezza delle tematiche più controverse in ambito ostetrico-ginecologico, affrontando nello specifico gli argomenti che nella pratica clinica possono esporre a rischi o a problematiche medico-legali. L’esposizione tende all’approccio pratico; per i vari argomenti sono fatte premesse di carattere fisiopatologico, vengono illustrate le possibili evoluzioni cliniche ed è definita la condotta del medico di fronte alle diverse situazioni; si illustrano gli atteggiamenti corretti e quelli sbagliati, conseguentemente colposi, valutando le diverse condotte che un ginecologo può trovarsi ad attuare in determinate condizioni e verificandone le relative conseguenze. Si fa riferimento ad esempi esplicativi delle varie situazioni attingendo alla vasta casistica personale degli Autori e sono riportate ampie citazioni bibliografiche atte a documentare la posizione della letteratura in merito a determinate questioni. Si riportano quelle che sono le leggi e le norme che regolamentano determinati comportamenti e si discute l’orientamento giurisprudenziale. Il volume è indirizzato a diversi soggetti. Per i ginecologi è un invito a riflettere sulle norme di una buona condotta, sia nell’interesse della paziente, che resta l’obiettivo principale, sia per tutelarsi nei confronti di eventuali incidenti giudiziari. Il volume vuole essere anche una guida per chi si occupa dell’argomento dal punto di vista peritale, sia per offrire una metodologia nel procedere, sia per avere un riferimento bibliografico di facile consultazione per validare o meno delle posizioni. Il discorso è rivolto naturalmente anche ai medici legali, per i quali è necessario fare riferimento agli aspetti clinici prima di poter esprimere un giudizio sulle eventuali responsabilità professionali. Altri importanti destinatari dell’opera sono i magistrati e gli avvocati; non a caso il volume è stato pubblicato in una collana giuridica.


Pubblicato il 03 dicembre 2010



Vedi anche:

  1. Encefalopatia neonatala e paralisi cerebrale

  2. Criteri necessari per definire un evento di ipossia acuta intrapartum come causa sufficiente di paralisi cerebrale










 

Ginecologia Forense.

Dalla clinica agli aspetti medico-legali


Antonio Cardone, Carlo Balbi, Agostino Menditto


Dario Morano Editore, Napoli, 2003






 
Pubblicazioni.html